Vangelo del giorno meditato
“La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai.”

Vangelo della domenica “La tua fede ti ha salvato.”
12 Ottobre 2019
Vangelo del giorno meditato
“Quello che hai preparato, di chi sarà?”
21 Ottobre 2019

Vangelo del giorno meditato
“La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai.”

Lc 10,1-9
+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

Parola del Signore


 

…Meditiamo…

Come vivere questa Parola?

 

 

La festa di san Cirillo e Metodio ci riporta al tema evangelizzazione e alla storia di questa, nella nostra Europa. Due santi, due intelligenze particolari che si mettono a servizio del vangelo e scelgono di andare a vivere là dove Cristo non è conosciuto né amato. Si mettono a fianco di popoli che hanno bisogno di riconoscersi nella bellezza della loro umanità, evitando di viverne solo la dimensione di difesa aggressiva e rozza. Due interpreti dell’apertura che Cristo stesso, in san Paolo sancisce. La buona notizia era per il popolo eletto. Questi non ha orecchi per intenderla e la Parola di Dio allora si rivolge a tutte le genti, fino alle estremità della terra. Il servizio alla Parola di Cirillo e Metodio arriva addirittura a costruire un alfabeto perché quella parola possa essere scritta, letta, meditata, proclamata dalle popolazioni dell’est dell’Europa.

Esempio luminoso di come servire Dio inizi servendo l’umanità, in ogni sua dimensione e necessità.
Signore, che l’Europa intera faccia memoria delle sue radici, non per ragioni apologetiche, ma per riscoprire la sua vocazione a servire l’umanità di Cristo in ogni sua espressione.

La voce di un papa

Per noi uomini di oggi il loro apostolato possiede anche l’eloquenza di un appello ecumenico: è un invito a riedificare, nella pace della riconciliazione, l’unità che è stata gravemente incrinata dopo i tempi dei santi Cirillo e Metodio e, in primissimo luogo, l’unità tra Oriente ed Occidente.

 

(Casa di preghiera San Biagio)

 


 

 

//]]>