Vangelo del giorno meditato
«Io so chi tu sei: il santo di Dio!»

Vangelo del giorno meditato
«Mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio. Nessun profeta è bene accetto nella sua patria»
2 Settembre 2019
Vangelo del giorno meditato
«È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato.»
4 Settembre 2019

Vangelo del giorno meditato
«Io so chi tu sei: il santo di Dio!»

Lc 4,31-37
+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù scese a Cafàrnao, città della Galilea, e in giorno di sabato insegnava alla gente. Erano stupiti del suo insegnamento perché la sua parola aveva autorità.
Nella sinagoga c’era un uomo che era posseduto da un demonio impuro; cominciò a gridare forte: «Basta! Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!».
Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E il demonio lo gettò a terra in mezzo alla gente e uscì da lui, senza fargli alcun male.
Tutti furono presi da timore e si dicevano l’un l’altro: «Che parola è mai questa, che comanda con autorità e potenza agli spiriti impuri ed essi se ne vanno?». E la sua fama si diffondeva in ogni luogo della regione circostante.

Parola del Signore

 


 

Satana sa chi è Gesù. È il Santo di Dio mandato dal Padre per rovinare il suo regno di tenebre, idolatria, empietà, immoralità, stoltezza, insipienza, ogni sorta di male. Il suo grido: “Basta!”, rivolto a Cristo Gesù è una vera sfida. Basta sfidarci. Basta rovinarci. Basta combatterci. Basta lottare contro di noi. La tua è una vittoria effimera. Ci vincerai Tu. Tu trionferai su di noi. Tu ci potrai anche scacciare. Non illuderti. Non hai vinto.
Vi è una umanità tutta nostra. Essa è in nostro potere, sotto il nostro governo. Noi la teniamo saldamente in schiavitù e tu non potrai fare nulla. Noi siamo più forti di te. Possediamo i pensieri di tutti gli uomini.
Oggi come Satana sta consolidando il suo regno? Trasformando i ministri di Cristo in sindacalisti, in annunziatori di diritti umani, in maestri assai parziali del Vangelo, in profeti dell’uomo e non più di Dio, addirittura in negatori delle principali verità della fede. Ogni volta che lui riesce a cambiare un ministro della luce di Cristo in un servo delle tenebre, lui ottiene una vittoria. Un ministro di tenebre che si spaccia per ministro di luce, occupando il posto del ministro della luce, può ingannare una moltitudine innumerevole. Nessuno sospetterà del cambio avvenuto e le tenebre imperversano.
Satana si contrasta in un solo modo: divenendo il ministro o il discepolo un cuore solo e un’anima sola con il suo Maestro e Signore. Lasciandosi interamente ricolmare di Spirito Santo. Il diavolo occupa ogni spazio non occupato da Cristo Gesù e dal suo Santo Spirito. Lui è come l’aria che invade e occupa ogni spazio vuoto. Se per un solo istante la mente e il cuore sono vuoti di Gesù, subito lui entra e prende dimora in essi. Difficile diviene poi scacciarlo. Occorre che Cristo venga, lo Spirito agisca con tutta la sua potenza per mandarlo via. Siamo tutti avvisati, ministri e discepoli di Gesù. Satana ci vaglia come si vaglia il grano. Spetta a noi non permettere che lui entri nel nostro cuore, neanche con un pensiero inutile, vuoto, stolto, insensato. La preghiera dovrà sostenere la nostra lotta spirituale. Se Satana entra in noi, quanto facciamo, anche la celebrazione della Santa Messa, si trasforma in servizio di tenebre e non di luce.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, liberateci da ogni tentazione. Amen

 

(Movimento Apostolico)

 

//]]>