Vangelo del giorno meditato
«È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato.»

Vangelo del giorno meditato
«Io so chi tu sei: il santo di Dio!»
3 Settembre 2019
Meditiamo il Vangelo
«Lasciarono tutto e lo seguirono»
5 Settembre 2019

Vangelo del giorno meditato
«È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato.»

Lc 4,38-44
+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, entrò nella casa di Simone. La suocera di Simone era in preda a una grande febbre e lo pregarono per lei. Si chinò su di lei, comandò alla febbre e la febbre la lasciò. E subito si alzò in piedi e li serviva.
Al calar del sole, tutti quelli che avevano infermi affetti da varie malattie li condussero a lui. Ed egli, imponendo su ciascuno le mani, li guariva. Da molti uscivano anche demòni, gridando: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli li minacciava e non li lasciava parlare, perché sapevano che era lui il Cristo.
Sul far del giorno uscì e si recò in un luogo deserto. Ma le folle lo cercavano, lo raggiunsero e tentarono di trattenerlo perché non se ne andasse via. Egli però disse loro: «È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato».
E andava predicando nelle sinagoghe della Giudea.

Parola del Signore


 

E andava predicando nelle sinagoghe della Giudea

Vi è una grande differenza tra Gesù e Mosè. Quest’ultimo sul monte, presso Dio si recò solo due volte. Quando dovette ricevere le tavole della Legge. Gesù invece quasi ogni notte si reca presso il Padre suo, si mette in preghiera, consegna a Lui la sua vita, perché sia il Padre a guidarla in ogni suo momento. In Gesù tutto è dal Padre, sempre.

Gesù non è mai dalla gente, dal popolo, dai suoi discepoli, dalla Madre sua, dai suoi parenti, dai suoi amici. Lui è sempre dal Padre. Lui vive per fare solo la volontà di Dio. Mai vi è stata una sola correzione di rotta, nel senso che Gesù abbia deciso una cosa e poi per l’intervento della gente cambia e ne fa un’altra, conformandosi al suggerimento che viene dal basso. In Gesù questo mai è avvenuto. In Mosè invece il convincimento gli viene anche dagli uomini.

È questa l’unicità di Gesù Signore. Mai, neanche una sola volta, la sua vita, il suo pensiero, la sua volontà, i suoi desideri, il suo discernimento è dagli uomini. Li è sempre dal Padre in tutto, in ogni cosa. La luce viene a Lui dall’alto, mai dal basso.

Oggi Pietro vuole fare luce sulla missione di Gesù. Gli vuole tracciare il programma di vita. Gesù non si lascia illuminare dal basso. La sua luce viene solo dal Padre. Il Padre gli ha ordinato di andare a predicare altrove e Lui obbedisce, lasciando tutti gli ammalati al Padre, perché sia Lui a prendersi cura di essi. È questo il suo mistero.

 

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, aiutateci ad essere dall’alto. Amen

 

(Movimento Apostolico)

 

//]]>