Vangelo del giorno meditato
«Vegliate, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere.»

Liturgia delle ore: Ora Media
2 Dicembre 2017
Vangelo del giorno meditato
«Vegliate: non sapete quando il padrone di casa ritornerà.»
3 Dicembre 2017

Vangelo del giorno meditato
«Vegliate, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere.»

 

Lc 21,34-36
+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra.
Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

Parola del Signore


 

È verità. Il Signore verrà a giudicare ogni uomo. Verrà il giorno della nostra morte. Tutti noi compariremo al suo cospetto. La nostra anima sarà giudicata da Lui sul fondamento di tutte le opere compiute da essa mentre era nel corpo sia in bene che in male. Le nostre opere sono tutte scritte nel libro che è presso il Signore.

 

Poiché nessuno conosce l’ora della sua morte e neanche quella delle fine del mondo, chi vuole avere un giudizio favorevole deve attendere con timore e tremore alla propria salvezza. Deve vivere una vita di obbedienza alla Parola del Vangelo, tenendosi lontano da tutto ciò che è di ostacolo alla sua santità. Questi ostacoli sono presentati da Gesù come dissipazioni, ubriachezze e affanni delle vita. Chi cade in queste cose si preclude per sempre la via della propria salvezza. Il rischio è la sua dannazione eterna.

Questi ostacoli si vincono con la preghiera, che è richiesta a Dio di ogni forza per poter sfuggire a tutto ciò che sta per accadere. Senza preghiera incessante, persistente, senza interruzione è facile cadere nella dissipazione, nelle ubriachezze, negli affanni della vita. Questi mali sono per noi più devastanti di un urgano, un ciclone, un tifone. Più devastanti ancora del diluvio universale. Essi distruggono mente, cuore, volontà, riducono in polvere lo stesso nostro corpo. Si pensi oggi alla devastazione della droga.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, insegnateci a pregare.

 

(Movimento Apostolico)

 

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

//]]>