Vangelo del giorno meditato
“Perché questa generazione chiede un segno?”

Vangelo del giorno meditato
“La lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato”
14 Febbraio 2021
Meditiamo il Vangelo di oggi
«Guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode»
16 Febbraio 2021

Vangelo del giorno meditato
“Perché questa generazione chiede un segno?”

Mc 8,11-13
+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, vennero i farisei e si misero a discutere con Gesù, chiedendogli un segno dal cielo, per metterlo alla prova.
Ma egli sospirò profondamente e disse: «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno».
Li lasciò, risalì sulla barca e partì per l’altra riva.

Parola del Signore


 

…Meditiamo…

Come vivere questa Parola?

 

Le domande di Gesù: questa settimana vorrei fare attenzione alle domande che Gesù pone ai suoi discepoli, ai farisei, alla folla. Gesù è un grande educatore: con cura pone gesti da imitare, parole da ascoltare e domande che obbligano a pensare, ad esprimersi, definendo la propria posizione, dichiarando una scelta.

Quelle domande aiutano anche me, anche noi a verificare se stiamo vivendo coerenti alla sua parola, se stiamo scegliendo Gesù come indicatore effettivo delle nostre scelte.

Oggi la domanda è sui segni: chiedere un segno, a fronte magari di evidenze già tali, è un atto di sfiducia. Il segno è una garanzia ulteriore, perché non basta la promessa e non ci si fida della parola data. Il segno è la rappresentazione soggettiva del risultato atteso, come se questo debba per forza prendere i contorni che gli diamo noi.

La storia della rivelazione è un continuo dono di segni, fino a Gesù, il segno di contraddizione, che svela quello che è nel cuore di ogni persona. Ma i segni della rivelazione non tolgono la fatica della ricerca, della “disambiguazione”: vanno interpretati, decodificati e la chiave è sempre la vita. Non servono conoscenze e strumenti, serve la competenza della fede, l’esperienza di decifrazione della presenza viva di Dio nelle cose che ci accadono.

Signore, che non capiti anche a noi, davanti a te, segno eccellente del Padre, di non riconoscerti e chiedere ancora “segni” per capire, magie straordinarie per assecondare fantasie, paure e pigrizie.

La voce del vangelo per comprendere il vangelo!

“Egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele, come segno di contraddizione! Anche a te una spada trapasserà l’anima”.
Luca 2,34-35

 

Casa di preghiera San Biagio

//]]>