Papa Francesco:“Apriamo i nostri cuori e lasciamoci sorprendere dal Dio bambino che si fa vicino ad ognuno di noi.“

Sant’ Adelaide
16 Dicembre 2016
San Lazzaro
17 Dicembre 2016

Papa Francesco:“Apriamo i nostri cuori e lasciamoci sorprendere dal Dio bambino che si fa vicino ad ognuno di noi.“

Durante la propria catechesi, in occasione della Udienza Generale di mercoledì 14 dicembre 2016, prendendo spunto dal capitolo 52 di Isaia, dove si invita Gerusalemme a svegliarsi perché il Signore “è venuto a liberare il suo popolo”, Papa Francesco ha sottolineato come questo invito sua ancora attuale: tutti i cristiani sono chiamati a svegliarsi, aprendo il cuore alla speranza, dinanzi a “un Dio che abbandona la sua grandezza per farsi vicino a ognuno di noi”.

Infatti, ha spiegato il Vescovo di Roma, le parole del profeta Isaia ci preparano a celebrare la festa del Natale. Il profeta ci aiuta ad aprirci alla speranza e ad accogliere la Buona Novella della salvezza con un canto di gioia, perché il Signore è vicino.

La presenza di Dio in mezzo al suo popolo, tra i più piccoli, in situazioni avverse o quando sopravviene la tentazione di pensare che nulla ha più senso, si converte in questa presenza portatrice di libertà e di pace. Proprio per questo sono così belli i piedi di colui che corre ad annunciare questo ai suoi fratelli, perché ha capito l’urgenza di questo annuncio per un mondo che ha bisogno di Dio.

Allo stesso modo, ognuno di noi è chiamato, di fronte al mistero del Bambino Gesù a Betlemme, a prendere coscienza di questa urgenza e a collaborare per la venuta del Regno di Dio, che è luce e dovrebbe arrivare a tutti. Come il messaggero sulle montagne, anche noi dobbiamo correre per portare la buona novella della vicinanza di Dio a una umanità che non può aspettare, e che ha sete di giustizia, di verità e di pace.

Cari fratelli e sorelle – ha concluso Papa Francesco nei saluti – Santa Teresa del Bambino Gesù scriveva: “Io non posso temere un Dio che per me si è fatto così piccolo…” Apriamo i nostri cuori a questa piccolezza e questa meraviglia e lasciamoci sorprendere dal Dio bambino che si fa vicino ad ognuno di noi. Il Signore vi benedica!

//]]>