Liturgia delle ore: Vespri
7 Novembre 2017
Liturgia delle ore: Lodi
8 Novembre 2017

Rosario meditato – Eccomi

  • Nel primo mistero della gioia contempliamo  L’ANNUNCIO DELL’ANGELO A MARIA 

L’Angelo entrando da lei disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te”. “Ecco concepirai un Figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù”. (Lc. 1, 28.31).


Maria con il suo “Eccomi”, con la sua obbedienza, accoglie la volontà di Dio per la sua vita e per opera dello Spirito Santo concepisce il Figlio di Dio, gli dà un corpo umano. Ora il Corpo di Cristo è la Chiesa e Maria, con Gesù, concepisce la Chiesa, il suo Corpo. Fin dal primo momento, fin dall’annunciazione, Maria è Madre della Chiesa.
O Maria, Madre del Figlio di Dio e Madre del suo Corpo, che è la Chiesa,
insegnaci a essere uniti a Cristo e uniti tra di noi, perché nell’obbedienza al Vangelo diveniamo testimoni di unità e costruttori di pace. Amen.

  • Nel secondo mistero della gioia contempliamo MARIA VISITA LA CUGINA ELISABETTA 

Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu tra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!” (Lc. 1, 41-42)


Maria, serva per amore, in fretta porta alla cugina Elisabetta il suo sevizio di carità. Al saluto di Maria lo Spirito santo scende anche sulla cugina. Il bambino che è nel grembo di Elisabetta esulta all’incontro con Gesù e quell’incontro fa Chiesa, fa comunione, unità. Maria, Madre della Chiesa, diviene serva della Chiesa e le suggerisce un modo concreto di essere Chiesa: l’INCONTRO.
Maria, Madre e serva della Chiesa, insegnaci a essere Chiesa che incontra ogni uomo
per offrirgli la gioia di essere uomo, di essere amato, accolto e compreso nelle sue necessità. Amen.

  • Nel terzo mistero della gioia contempliamo MARIA DA’ ALLA LUCE IL FIGLIO GESU’ A BETLEMME,LO AVVOLGE IN FASCE E LO DEPONE IN UNA MANGIATOIA.

Maria diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia perché non avevano altro posto nella casa dove alloggiavano. (Lc. 2, 1.3-7)


Maria, divenuta Madre nel concepimento, è Madre nel dare alla luce e nel prendersi cura del Figlio. Maria avvolge in fasce Gesù, il suo corpo, la Chiesa. Maria è Madre della Chiesa perché l’avvolge nelle fasce della sua umanità, della sua tenerezza, della sua umiltà.
Maria, che hai dato alla luce Gesù, dà luce alla Chiesa, alla nostra comunità, avvolgendoci tutti nelle fasce della tua tenerezza materna. Amen.

 

  • Nel quarto mistero della gioia contempliamo MARIA PRESENTA GESU’ AL TEMPIO 

Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella Legge del Signore: “Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore” (Lc. 2, 22-23)


Maria e Giuseppe fedeli e obbedienti alla Legge presentano, offrono Gesù al Tempio. E’ sempre l’obbedienza a guidare la loro vita, le loro scelte. Offrendo Gesù, si offrono, si consegnano, diventano Chiesa che offre e si offre e si consegna ogni giorno nell’Eucaristia.
O Maria, Madre della Chiesa, tu offri te stessa, offri Gesù, offri la Chiesa, insegnaci a vivere l’amore,
l’amore che si offre, l’amore oblativo, l’amore fedele, l’amore eucaristia, rendimento di grazie, che crea comunione. Amen.

 

  • Nel quinto mistero della gioia contempliamo LO SMARRIMENTO E IL RITROVAMENTO DI GESU’ AL TEMPIO. 

“Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?”
Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore. (Lc. 2, 49.51)


Maria, Madre premurosa, per un attimo non ha Gesù accanto a lei, pensa che sia con Giuseppe, ma così no è. Lo cercano angosciati e lo ritrovano a Gerusalemme nel tempio intento a discutere con i dottori della Legge. “Perché mi cercavate? Non sapevate che devo occuparmi delle cose del Padre mio?” la risposta di Gesù è una rivelazione, la manifestazione della coscienza di Gesù di essere Figlio di Dio, la rivelazione per Maria di essere la Madre di Dio. Maria come la Chiesa è creatura di Dio, figlia di Dio, ma della Chiesa Maria è Madre, perché Madre del Figlio di Dio.
Maria, Madre della Chiesa, non permettere che ci perdiamo nel cammino della vita,
ma abbiamo sempre viva in noi la coscienza di essere amati da Dio, figli nel Figlio. Amen. 

//]]>