Vangelo del giorno meditato
“Moltiplicando i pani, Gesù si manifesta profeta”

Vangelo del giorno meditato
“Il regno dei cieli è vicino.”
7 Gennaio 2019
Meditiamo il Vangelo di oggi
«Videro Gesù camminare sul mare»
9 Gennaio 2019

Vangelo del giorno meditato
“Moltiplicando i pani, Gesù si manifesta profeta”

Mc 6,34-44
+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, sceso dalla barca, Gesù vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.
Essendosi ormai fatto tardi, gli si avvicinarono i suoi discepoli dicendo: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congedali, in modo che, andando per le campagne e i villaggi dei dintorni, possano comprarsi da mangiare». Ma egli rispose loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Gli dissero: «Dobbiamo andare a comprare duecento denari di pane e dare loro da mangiare?». Ma egli disse loro: «Quanti pani avete? Andate a vedere». Si informarono e dissero: «Cinque, e due pesci».
E ordinò loro di farli sedere tutti, a gruppi, sull’erba verde. E sedettero, a gruppi di cento e di cinquanta. Prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, spezzò i pani e li dava ai suoi discepoli perché li distribuissero a loro; e divise i due pesci fra tutti.
Tutti mangiarono a sazietà, e dei pezzi di pane portarono via dodici ceste piene e quanto restava dei pesci. Quelli che avevano mangiato i pani erano cinquemila uomini.

Parola del Signore


 

…Meditiamo…

 

Come vivere questa Parola?

“Voi stessi date loro da mangiare”. Gesù coinvolge i discepoli nella sua compassione; li fa com-partecipi della tenerezza e premura del Buon Pastore che si fa carico della stanchezza e della fame del suo gregge e se ne prende cura.

E’ un esempio per noi. Non si congeda chi ci tende la mano, chiunque esso sia, ma lo si accoglie come un amico, un fratello, un familiare, Lo si accoglie come si accoglierebbe Gesù stesso. Di più: accogliendolo si accoglie Gesù. Ce lo ha detto Lui stesso: “Ogni volta che avete soccorso uno solo dei più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25,31-46).

Di fronte ai problemi Gesù non ci vuole in fuga o nascosti dietro a mille scuse, ma ci chiede di lasciarci coinvolgere dando non tanto quello che abbiamo, ma soprattutto quello che siamo! Dando affetto, amicizia, pace, solidarietà, compagnia…

La logica del “congedali” non è la logica del Signore. Se crediamo in Lui, se ci fidiamo di Lui, possiamo essere certi che Egli ci dona infinite energie di bene e continua a stupirci con i suoi miracoli!

Ecco la sfida: fidarsi di Lui perché Egli trasformi il nostro povero dono in cibo per tutti, non solo per i cinquemila conosciuti, ma anche per tanti altri… che noi non conosciamo, ma che Egli conosce e ama!

La voce di Madre Teresa

“Quello che noi facciamo è solo una goccia bell’oceano, ma se non lo facessimo, l’oceano avrebbe una goccia in meno”.

Sr Gianoli Monica

 

//]]>