Vangelo del giorno meditato
«Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo»

Vangelo del giorno meditato
“Gesù è ritrovato dai genitori nel tempio in mezzo ai maestri”
20 Giugno 2020
Vangelo del giorno meditato
«Togli prima la trave dal tuo occhio»
22 Giugno 2020

Vangelo del giorno meditato
«Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo»

Mt 10,26-33
+ Dal Vangelo secondo Matteo
Sulla Tua Parola

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze.
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo.
Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!
Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Parola del Signore

 

Gesù ci esorta ad avere coraggio nel professare e testimoniare la nostra fede: quello che vien detto all’orecchio, sarà predicato pubblicamente dai tetti. Tutti dovranno conoscere il messaggio evangelico e i fedeli non devono avere paura di annunciarlo e viverlo concretamente nella esistenza quotidiana.

Le persecuzioni fanno parte del bagaglio del cristiano: annunciare il vangelo vuol ance dire prepararsi alla tribolazione, da quella subdola (emarginazione, rifiuto, incomprensioni…) a quella reale (esclusione dalla vita sociale, e talvolta persino la morte). Il cristiano non deve temere la morta, ma piuttosto la dannazione.

Allo stesso tempo Gesù ci esorta alla fiducia: se nemmeno un passero cade a terra, senza che Dio lo voglia e se tutti i capelli del nostro capo sono contati, di fronte a Dio la persona umana vale più di molti passeri.

Dunque affidiamoci con fiducia alla Provvidenza divina, che conosce ciò di cui abbiamo bisogno e viene in nostro soccorso.

Aiutami Signore, a confidare sempre in te e ad invocarti in ogni mia necessità. Amen

 

Casa di Preghiera San Biagio

//]]>