Vangelo del giorno meditato
«Vi do la mia pace»

Vangelo del giorno meditato
«Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome vi insegnerà ogni cosa.»
20 Maggio 2019
Vangelo del giorno meditato
«Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto.»
22 Maggio 2019

Vangelo del giorno meditato
«Vi do la mia pace»

 

Gv 14,27-31
+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi.
Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate.
Non parlerò più a lungo con voi, perché viene il prìncipe del mondo; contro di me non può nulla, ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre, e come il Padre mi ha comandato, così io agisco».

Parola del Signore


 

…Meditiamo…

 

Come vivere questa Parola?

 

Queste parole dette da Gesù fanno parte del discorso d’addio dell’Ultima Cena: sono un po’ il suo testamento spirituale. Gesù prepara i suoi discepoli a vivere il futuro, quando Lui non sarà più fisicamente in mezzo a loro e verrà un altro “Consolatore (il Paraclito, lo Spirito Santo) e porterà la pace come grande dono.

La pace non è solo assenza di guerra, non è solo frutto di compromessi, ma è fondamentalmente l’insieme dei beni messianici, la serenità e la gioia della concordia e del rispetto reciproco.

Una pace che nasce dal sacrificio di Cristo sulla croce e dalla gioia della risurrezione e che si diffonde tra le persone che incarnano il messaggio di Cristo
O Signore, fa’ che tutti gli uomini si ritrovino uniti nella concordia e nella pace.

La voce dalla liturgia della Messa

«Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi Apostoli: “Vi lascio la pace, vi do la mia pace”, non guardare ai nostri peccati, ma alla fede della tua Chiesa, e donale unità e pace secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli». Amen.

Dal Messale Romano, preghiera dopo l’embolismo al Padre Nostro

 

 

(Casa di preghiera San Biagio)

//]]>